Andrea Baioni's Blog

ICT, Web Marketing and Magic…

aprile 12th, 2014

Ho deciso, faccio il FISM… o no?

No Comments, Magic, by Andrea.

C’è chi, come me, lo aspettava da 25 anni, altri che lo avrebbero voluto organizzare prima, ma di certo per tutti è una grande opportunità.
Il FISM 2015 sarà l’Evento Magico per la storia della Magia Italiana che, dopo aver conquistato la vetta della FISM con la Presidenza di Domenico Dante, si accinge a organizza il World Championship of Magic grazie alla caparbietà e volontà di Walter Rolfo.
I Prestigiatori italiani hanno di certo compreso l’importanza della manifestazione ma davvero hanno compreso cosa significhi partecipare al concorso che assegnerà il premio di migliore Mago del Mondo per il triennio 2015-2018?
Il WCM (World Championship of Magic) è, come tutte le competizioni, regolato da norme che, oltre a stabilire quali siano i parametri di valutazione delle esibzioni, specificano le modalità di accesso al Concorso.
Così come per accedere alle Olimpiadi è necessario qualificarsi, così anche per il WCM è possibile competere se e solo se:
– ci si è qualificati al primo o secondo posto ai campionati continentali (no terzi). Nel caso dei Prestigiatori italiani significa partecipare (e classificarsi) al ECM 2014 (European Championship of Magic)
– Esseri inseriti fra i Concorrenti che rientrano nel CAS (Contestant Allocation System).
Essendo il numero dei concorrenti contingentato ad un massimo di 150 partecipanti, FISM ha regolamentato l’accesso al WCM attraverso un meccanismo che assegna ad ogni paese (NON alle singole Associazioni) un numero massimo di partecipanti. Per l’Italia il numero massimo di concorrenti sarà 6, fatto salvo ricalcolo del CAS dovuto all’ingresso in FISM di nuove associazioni.
Sarebbe straordinario avere un nuovo Denis Moroso e ancor più straordinario sarebbe se questo accadesse in Italia nel 2015, ma dobbiamo ricordare che potremo essere rappresentati solo da 6 artisti (fatto salvo i qualificati all’ECM 2014)
Affinché l’Italia sia riconosciuta al FISM 2015 non solo per le capacità organizzative ma anche per la qualità della sua Magia è necessario che i concorrenti siano selezionati fra coloro che esprimono il migliore talento Italiano, al di là dei campanilismi e delle prese di parte.
La prima vittoria al FISM 2015 sarebbe quella di fare squadra…

20140412-115833.jpg

Share

luglio 24th, 2013

Web Marketing? Se lo conosci…

No Comments, Web Marketing, by Andrea.

Il Web Marketing è divenuto oggi argomento di grande attualità e popolarità assimilabile ad altri temi come la telefonia mobile, l’informatica o il calcio: tutti hanno avuto almeno una esperienza, hanno maturato specifiche competenze, oppure hanno una loro soluzione.

In sostanza il Web Marketing è diventato molto simile alla chitarra: un facile strumento… da suonare male, tutti sono capaci (con 3 accordi) di strimpellare la “Canzone del Sole” di Battisti, ma pochi salgono sul palco a fare concerti con Alex Britti.

La presentazione che segue non ha nessuna pretesa di essere esaustiva e specialistica, quanto piuttosto ha l’obiettivo di dare qualche indicazione elementare che permetta a ciascuno di riflettere sulla complessità dell’argomento e… tenere bene le dita della mano sinistra quando si fa l’accordo di Do maggiore…

Share

settembre 7th, 2011

Le gioie del compleanno su Facebook

No Comments, Life, Web Marketing, by Andrea.

Auguri! Buon compleanno!!! Baci!
Questo è quello che succede il giorno del tuo compleanno su Facebook. Decine di messaggi, faccine, link e filmati che ti ricordano che oggi (proprio oggi!) è il tuo compleanno. Facebook potrà essere noioso, spaventoso, capriccioso, ma una fra le migliori caratteristiche è quella di creare socialità il giorno del compleanno. Pensate a come gestivate i compleanni prima dell’avvento di FB: se l’appunto nella agenda non bastava, si ricorreva ad agganci mnemonici e a nodi al fazzoletto per scoprire poi che il compleanno del vostro amico era… ieri! Per non parlare di quando gli altri dimenticavano il VOSTRO compleanno! Si ricorreva allora a suggerimenti fra le righe alcuni giorni prima o demandando a terzi la “diffusione” dell’informazione… tempi duri per il nostro ego! Facebook è diventato così il nostro garante delle buone maniere e a salvaguardia del nostro amor proprio.

Facebook

Ricevere decine di auguri, anche dagli amici lontani, con l’immediatezza e la semplicità che il Social impone, fa sembrare Facebook uno strumento più umano e meno virtuale.
Certo che rispondere ad uno ad uno agli auguri che giungono con flusso continuo può sembrare oneroso, ma di certo ciascuno degli amici che ti ha augurato “100 di questi giorni” merita la tua attenzione.
Anche in questi casi c’è sempre qualcuno scorretto che inserisce messaggi pubblicitari nel proprio post… ma per fortuna anche in questo caso Facebook ha un ottimo rimedio: un semplice click permette di eliminarli (sia il post che il presunto amico!)
Buon compleanno!

Share

maggio 22nd, 2011

Il Mamma Marketing!!!

No Comments, Marketing, by Andrea.

Una efficace azione di marketing può trovare ispirazione da un evento periodico e tradizionale che, se opportunamente declinato e promosso, può dare grandi risultati.

Una applicazione di questa strategia è quella messa in atto dall’hotel  West Bestern Hotel di Baden (CH) che ha pianificato  una interessante azione di marketing il giorno della festa della Mamma:

nella Hall dell’albergo erano stati posizionati in bella mostra 3 assi da stiro oltre ad attaccapanni e cesti da lavanderia; inoltre 3 addetti erano a disposizione delle Mamma che avessero prenotato un pranzo nel ristorante dell’hotel per stirare abiti, vestiti, maglie, lenzuola e quant’altro avessero portato con se.

Mamma Marketing

Naturalmente il risultato di questa azione non poteva che essere positivo: Ristorante completo sia a pranzo che a cena, 20% di nuovi clienti, qualificazione positiva sul target market dell’hotel.

Un unico appunto: gli addetti alla stiratura erano donne…

Share

marzo 24th, 2011

Viral Marketing: il Marketing del nuovo millennio!

No Comments, Marketing, Web Marketing, by Andrea.

“Perdi il controllo delle tue informazioni!”
Questa è la prima e semplice regola che deve essere seguita per la realizzazione di una azione di Viral Marketing , sia questo un video, un sms, una installazione, etc.

Inoculare in rete un video che venga visto da migliaia di utenti  significa sapere esattamente dove “iniettarlo” e che per favorirne la diffusione non dovremo mettere ne vincoli ne censure. Esattamente come quando si effettua una iniezione di un medicinale: per fare effetto rapidamente ed entrare in circolo deve essere iniettata in vena, quella giusta.

Ma anche il medicinale deve essere quello prescritto, ed è per questa ragione che dobbiamo comprendere quali siano gli stimoli e le attitudini dei nostri “pazienti”

La musica unita ai video fa la parte del leone ed ecco perchè fra i video più visti della storia di YouTube ci siano:

I Social Media Network aiutano la diffusione ma l’azione di seeding non basta, come sempre servono buone idee ed una sola non basta! Rispondere alla domanda “attrarre chi/come/dove/quando” significa ascoltare, valutare e soprattutto dimenticare il paradigma della comunicazione tradizionale.

Per approfondire potete scaricare GRATUITAMENTE le slide del mio intervento nella area download

Share

gennaio 9th, 2011

Marketing Sensoriale a Las Vegas!

No Comments, Marketing, by Andrea.

“Marketing sensoriale? Solo teoria… serve altro per vendere!”
Questa è l’affermazione che mi piace di più confutare e che risulta palesemente infondata non appena si ricordano alcune esperienze quotidiane che coinvolgono ciascuno  di noi:

  • la scelta dello shampoo in funzione del profumo (ottenuto chimicamente…)
  • la rassicurazione della funzionalità di un gioco avendolo toccato (grazie ad un packaging semi aperto)
  • l’acquisto di una mozzarella “genuina” (grazie al packaging bianco e liscio)
  • etc.

L’esperienza dell’acquisto passa prima di tutto attraverso i sensi e per questa ragione le aziende NON possono ignorare questa opportunità di coinvolgimento dei propri clienti o potenziali tali.

Un esempio di applicazione sistematica di Marketing Sensoriale è quella che ho potuto osservare ed analizzare a Las Vegas. Nella città del divertimento il turista/cliente viene sottoposto continuamente a stimoli sensoriali ed esperienziali. Ecco solo alcuni degli esempi possibili:

  • Ogni volta che si entra in un Hotel/Casino si viene accolti da un diverso profumo caratteristico (appositamente preparato e che i clienti si ricorderanno – vedi le recensioni su Trip Advisor dell’ Hotel MGM e articolo di prlog sull’Hotel Wynn). Questo, non solo rafforza l’identità dell’Hotel, ma lo fa preferire ad altri.
  • Le vincite alle slot machine sono accompagnate da un suono di monete che cadono (sovradimensionato rispetto alla vincita) anche se le slot ormai non restituisco più monete sonanti, ma un “silenzioso” tagliando. La sensazione di una vincita consistente ci soddisfa e ci fa continuare a giocare
  • L’Hotel Bellagio (quello della saga di Ocean/Clooney) ha fatto dello spettacolo delle fontane danzanti (giochi d’acqua a tempo di musica) il proprio biglietto da visita con il quale presentarsi, accogliere, attirare e far tornare i propri clienti.

Naturalmente le identità sensoriali dei vari Hotel/Casino è riportata anche sul web ed il navigatore riconosce e rivive l’esperienza sensoriale reale sul proprio monitor. Naturalmente questa azione è più difficile per l’olfatto (ma non impossibile), ma per vista e udito proprio l’Hotel Bellagio è un esempio di applicazione del Marketing Sensoriale sul web attraverso il sito e la pagina aziendale su Facebook in cui ha saputo tradurre l’esperienza dei sensi del reale in una esperienza sensoriale virtuale.

Share

novembre 7th, 2010

Che cosa è il Marketing Sensoriale

No Comments, Marketing, by Andrea.

Il Marketing Sensoriale è una forma di promozione che, attraverso una metodologia mirata al coinvolgimento sensoriale dei consumatori, mette a disposizione delle aziende nuovi strumenti per attrarre i consumatori e favorire le vendite

Il consumatore moderno (prosumer) vuole vivere ogni acquisto come un momento di conoscenza, di socialità, di esperienza e quindi è compito delle aziende trasformare luoghi, spazi e prodotti in esperienze tattili, visive, olfattive, uditive e gustative.

La diffusione di essenze rilassanti, musica appropriata alla tipologia del prodotto, packaging pensati per permettere di fare esperienza prima dell’acquisto, spazi di socializzazione solo sono alcune delle possibili strategie che mirano a favorire una interazione piacevole e produttiva fra azienda e consumatore

View more presentations from Andrea Baioni.

Share

novembre 1st, 2010

Essere nell’Impresa Multisensoriale – 29-30 ottobre 2010

No Comments, Marketing, by Andrea.

Il mio intervento sul Marketing Sensoriale è stato inserito nel palinsesto di questa seconda edizione dell’iniziativa attivata a maggio 2010 da Studio T che vuole promuovere il BenEssere quale mission aziendale.

Nelle 2 repliche un pubblico eterogeneo ma molto interessato ed interattivo che ha assistito alle relazioni del Maestro Giorgio Fabbri (“Genius Mind”, dotta e straordinaria la disquisizione sulla forma mentis dei Grandi della musica applicabile anche al business), dell’Architetto Marco Turchetti (con esempi e suggestioni non solo architettoniche), della Dott.ssa Cristina Angeloni (Informazioni e segreti per mangiare cioccolato senza sensi di colpa!). Prove pratiche di benessere con gli esercizi proposti da Giovanna Ventura e Marta Baldini, personal trainer affermate e capaci in pochi minuti di insegnare posture ed esercizi efficaci “da ufficio”.

Facilitatore dell’evento Andrea Succi, capace di sottolineare in modo sempre preciso e stimolante ogni parte del dibattito rivolgendo sempre l’attenzione al tema del fare rete nel segno dell’innovazione.

Tutto l’evento è stato trasmesso live sul web.

Share

ottobre 25th, 2010

Web Radio… si grazie!

No Comments, Web Marketing, by Andrea.

Se ancora ce ne fosse bisogno, ecco un altro premio per una start-up che start-up non è più: Spreaker, la web radio italiana ha vinto il secondo premio fra le 100 migliori imprese innovative.
La piattaforma è facile da usare e davvero accattivante, con una dj console che permette anche ai meno avvezzi alla tecnologia di confezionare la propria trasmissione web-radiofonica. Oltre a rivivere l’esperienza retrò delle radio libere (con una libreria di canzoni, jingle e musiche alle quali attingere gratuitamente) si può immaginare di utilizzare questo strumento in molte situazioni diverse (company radio sul sito aziendale, podcast di denuncia o informazione, etc.). Nel mese di ottobre molte sono le novità lanciate dall’azienda bolognese, prima fra tutte l’applicazione per iPhone e la versione premium (ancora non attiva ma che prevederà un costo mensile di 14,90 per maggiori servizi).
Alcune delle lezioni tenute da me in aula sul web marketing saranno trasmesse live e rimarranno in podcast nell’area del blog dedicata a Web TV & Radio

Share

ottobre 24th, 2010

CESCOT Ferrara: Migliorare la gestione economica dell’impresa

No Comments, Web Marketing, by Andrea.

Terminato il modulo di MARKETING nelle PMI presso CESCOT Ferrara. Una sintesi della teoria e una serie di case study analizzati sono serviti per dare concretezza alle tematiche trattate e motivo di confronto e riflessione comune.
Di seguito le slide complete degli argomenti trattati:

Introduzione al Marketing
Il Marketing Mix – Il prodotto
- Pubblicità e Promozione

Share